Gen 15 2015

Venerdì 23 gennaio a Pinerolo

L’associazione lavoratori pinerolesi AlpCUB propone per venerdì 23 gennaio 2015 alle ore 18, presso il circolo ARCI Stranamore di Pinerolo, in via Bignone 89, una serata informativa sulle lotte del popolo Curdo, con la partecipazione di Daniele Pepino e del MED, Centro culturale Curdo di Torino.

stranamore23gennaio


Dic 3 2014

Nell’occhio del ciclone

Nuova uscita per le edizioni Tabor:

Daniele Pepino, “Nell’occhio del ciclone. La resistenza curda tra guerra e rivoluzione”, Tabor, Valsusa, dicembre 2014, 32 pp., 2 euri.

fronte_cicloneretro_ciclone


Dic 3 2014

Kurdistan in Valle Varaita

VENERDI 12 DICEMBRE

PIASCO, Valle Varaita, (CN) – ALA DELLA PACE

KURDISTAN NELL’OCCHIO DEL CICLONE

ll Medio Oriente è in fiamme, si sfaldano le frontiere, il popolo curdo si trova, ancora una volta, “nell’occhio del ciclone”. Contrariamente alle bugie della propaganda occidentale, chi sta davvero combattendo sul campo le aggressioni dello Stato islamico e le mire delle potenze capitaliste, sono le forze del PKK-PYD, alla guida di un movimento popolare, dal basso, fatto di uomini e donne, uniti al di là delle barriere nazionali, etniche, religiose… È un processo rivoluzionario, che da oltre due anni ha liberato la regione del Rojava (nord-Siria) riorganizzando la vita sociale – pur nelle difficoltà dovute alla guerra e all’isolamento – sulla base del protagonismo popolare, dell’uguaglianza di genere e della difesa dell’ambiente. È qualcosa di dirompente nello scenario mediorientale, su cui è necessario – per lo meno – incominciare a rompere la censura mediatica.

ore 19 apericena con specialità e musiche curde

ore 21 interventi di Daniele Pepino con la partecipazione di MED (Centro Culturale Curdo di Torino) e Antonio Olivieri (Associazione Verso il Kurdisatn onlus), proiezione del video-documentario: “YPJ. Un giorno in Siria tra le donne curde combattenti”.

Presentazione della campagna a sostegno del progetto “Hevi u Jiyan La Speranza e la Vita” per la realizzazione di un ospedale nel campo profughi di Makhmur in sud Kurdistan

Società Operaia di Mutuo Soccorso di Piasco in collaborazione con Alpi Libere, GAS Ratatoj, Caffè Tatawelo

kurdistan_piasco


Ott 17 2014

Kurdistan, nell’occhio del ciclone

Domenica 26 ottobre, dalle 17, al circolo “Barbarià” a Mentoulles, poco prima di arrivare a Fenestrelle, in provincia di Torino, ci sarà un momento di informazione e approfondimento sulla situazione in Kurdistan e Siria, a cura di Daniele Pepino e del MED, centro culturale kurdo.

Alleghiamo con piacere il calendario con anche gli altri appuntamenti del circolo Barbarià.

 

barbaria_nov


Ott 10 2014

Ovunque Kobane! Ovunque resistenza!

Da più di due anni il popolo del Rojava – regione a maggioranza curda nel nord della Siria – ha liberato il proprio territorio sperimentando una vera e propria rivoluzione sociale, fondata sulla partecipazione dal basso, l’uguaglianza tra uomini e donne e il rispetto dell’ambiente.

Proprio in queste ore, la “confederazione democratica” del Rojava è sotto attacco.

Le sue milizie di difesa del popolo (YPG) e delle donne (YPJ), con l’aiuto dei guerriglieri del PKK, stanno combattendo – in particolare nel cantone di Kobane – un’eroica e disperata resistenza contro i tagliagole dello “Stato islamico”.

L’autogoverno del Rojava sta dimostrando sul campo la possibilità di un’alternativa alla balcanizzazione del Medio oriente, alla guerra fratricida, alla rapina delle risorse…

Proprio per questo si trova isolato, censurato, strangolato, dalla politica ipocrita di tutte le forze statali e capitaliste (Turchia in testa), che sostengono di fatto l’avanzata dell’I.S., mentre pubblicamente fingono di opporvisi.

Proprio per questo, in ogni dove c’è chi sta riconoscendo come propria la resistenza degli uomini e delle donne di Rojava!

Spezziamo l’isolamento! Sosteniamo la resistenza popolare in Rojava!

 

Presidio di solidarietà – martedì 14 ottobre 2014, ore 18 – piazza Castello, TorinovolantinoKobane

 

Comunicato dal Presidio:

La Torino solidale è scesa in piazza oggi, martedì 14 ottobre, per far sentire il proprio grido di rabbia e di amore per i resistenti di Kobane. Centinaia di compagni e compagne insieme a tanti giovani, donne, bambini, della comunità curda di Torino hanno risposto all’appello lanciato dalle diverse anime del movimento antagonista torinese per un presidio di solidarietà, presto trasformatosi in un corteo di almeno cinquecento persone che hanno attraversato il centro della città.

Come sta accadendo in tante città del mondo, le persone e le realtà che lottano sui territori stanno riconoscendo nei combattenti di Kobane i propri fratelli e sorelle, a cui è urgente far sentire che non sono soli. L’esperienza di autogoverno in corso in Rojava – oggi sotto attacco frontale – è parte della lotta di noi tutti, in quanto concreta alternativa rivoluzionaria alla balcanizzazione e al saccheggio del Medio Oriente.

Contro la meschinità degli interessi capitalistici alleati col più bieco odio settario, si è sollevata la resistenza di un popolo che non arretra. E nonostante le catastrofiche previsioni, la disparità di armamento, l’isolamento internazionale, nonostante tutto trami per la sua caduta… Kobane è ancora in piedi.

Strada per strada, casa per casa, fino all’ultimo uomo e all’ultima donna… Kobane resiste!

È il cuore del Kurdistan ribelle ad aver fatto di Kobane una nuova Stalingrado, il suo coraggio ha trasformato una preannunciata tragedia in un luminoso simbolo di resistenza e di riscossa.

Non è più sola Kobane, questa battaglia l’ha già vinta, qualsiasi cosa succederà.

E grazie al suo coraggio, oggi, ci sentiamo meno soli anche noi. Grazie Kobane.

Viva la solidarietà internazionale! Viva la resistenza del Rojava!

Biji berxwedana gel!

 

Torino 14 ottobre 2014


Ott 7 2014

YPJ: Un giorno in Siria tra le donne kurde combattenti


Ott 1 2014

Kurdistan, nell’occhio del ciclone

Due serate sul Kurdistan, giovedì 2 ottobre a Trento e venerdì 3 ottobre a Milano, per approfondire una questione che da sempre è cara alle edizioni Tabor, con Daniele Pepino e il MED, centro culturale Curdo.

kurdistantrentoKurdistanVolantinoA4


Set 7 2014

Giornata Dolciniana 2014

Domenica 14 settembre 2014 si svolgerà la tradizionale giornata Dolciniana, in località Margosio Trivero, sulla panoramica Zegna, nel Biellese.

Alle ore 11 è prevista la salita al cippo dolciniano,  a seguire il gruppo teatrale “Il Tarlo” proporrà una rappresentazione teatrale su Dolcino e Margherita.

Alle 13 pranzo libero al sacco oppure, prenotandosi, presso la baita Margosio o al chiosco Margosio sul piazzale.

Dopo pranzo intervento a cura del centro culturale curdo MED di Torino sul conflitto in  corso nel Kurdistan iracheno e le prospettive di liberazione del popolo curdo.

A seguire musica e danze.

 

Per tutta la giornata banchetti informativi, in caso di pioggia si starà comunque all’asciutto.

Giornata-dolciniana-2014-web